Balsamo labbra: I Provenzali Vs Labello

labbra2Avere le labbra sempre ben idratate è un must per chi vuole evitare quelle piccole rughette che si formano, anche quando stendiamo i nostri amati rossetti. Naturalmente, non si tratta soltanto di una buona abitudine invernale! Proteggere le labbra dagli agenti atmosferici, significa scegliere un buon alleato sia in inverno che in estate.

Per questo motivo, vi consiglio di applicarlo sempre prima di utilizzare un rossetto, soprattutto se opaco e difficile da stendere. labbra1

Come avrete notato, in commercio ci sono un’infinità di marche: dal classico Labello ai suoi fratellini Labrosan e compagnia bella. Labello, nel tempo, ne ha sfornati di tutti i tipi, con finish diversi, colori e profumazioni infinite! Che voi lo compriate in un supermercato o in farmacia, la sostanza non cambia…

Vi è mai capitato, infatti, di sentire la necessità di idratare le labbra, usare il Labello (prendo una marca a caso, potrei dirvi Glysolid, Nivea, Dove ecc), sentire un leggero sollievo e poi ritrovarvi con le labbra più secche di prima? Allora, succede che lo rimettete e inizia un circolo vizioso che vi porta a consumarlo nel giro di una settimana o due?

DSC05081

A me è capitato per anni! Ero una consumatrice maniacale di burrocacao, facevo la scorta e non potevo farne a meno anche quando uscivo o ero all’università! Sempre lì a metterlo per non avere la brutta sensazione di labbra secche. Eppure, un giorno cominciai a tossire…la secchezza alla gola, mista a continui pizzichi fastidiosissimi, mi uccideva! Va bene che sono allergica, ma c’era qualcosa che non quadrava. La dott.ssa mi disse: metti troppo burrocacao. Lì per lì mi sembro una sciocchezza assurda ma, intanto, provai a non farne abuso. All’inizio fu quasi difficile, se ci penso rido! Eppure stavo già meglio quando riuscivo a non metterlo! Perché? La risposta sta in una parola: paraffina.

Va bene, sappiamo che la paraffina si trova in tutti i cosmetici, che è approvata ecc ecc, ma…volete mettere il fatto che si tratta sempre di un derivato del petrolio? Si trova in piccolissime quantità e non fa male, si sa, ma non è per niente idratante un prodotto che lo contiene!!!  In pochi minuti, vi ritroverete con le labbra più secche di prima…

Naturalmente rimane un mio parere, ma volete mettere l’idratazione che riesce a darvi un balsamo labbra fatto in casa e totalmente Bio? Se non sapete come fare, se non avete tempo potrete, allora, comprarne uno di ottime marche come “Vivi verde Coop” oppure I Provenzali! 🙂

provenzali

Io ne sono follemente innamorata! Li ho provati entrambi e da mesi le mie labbra sono nettamente migliorate!!! Non ho più quella smania di mettere sempre il burrocacao, al massimo lo metto due volte al giorno quando mi trucco e sta lì per ore ad idratare!

DSC05073

Ho provato sia lo Stick Labbra all’Olio di Mandorle sia il Balsamo Labbra Vegetale all’olio di Argan. Il primo è idratante ed emolliente, lenitivo per labbra screpolate, il secondo è un ristrutturante antietà ad azione profonda. Entrambi sono cosmetici biologici certificati, profumati con essenza 100% naturale, 100% biodegradabile, senza coloranti, senza conservanti chimici e senza OGM. I Provenzali è un marchio che sostiene anche i progetti di conservazione di WWF Italia e crea le proprie confezioni con imballi ecologici certificati. De I Provenzali, vi avevo già parlato per un altro prodotto nel mio articolo per la cura dei capelli fragili 😉 e che potete leggere qui  e potete dare un’occhiata a tutti gli altri prodotti proprio sul sito I Provenzali.

DSC05079

Che dirvi? Il Labello costa al max. €.1,85 (anche €.2 in farmacia) mentre il balsamo I Provenzali costa intorno ai €. 2,70, ma vale la pena stare attente anche a ciò che usiamo per le nostre labbra! 😉

A presto!

3 comments

  1. Angela R. says:

    l ho preso anche io pensando fosse total ecobio xro mi dava la sensazione di una patina sulle labbra che non si assorbiva, spulciando bene gli ingredienti ho trovato la cera microcristallina cioè paraffina in gergo più elegante! Alla faccia del naturale

Lascia un commento